Skip to content

It’s a magic world.

aprile 12, 2011

Da “I vestiti nuovi dell’Imperatore” e “Pollicina” di H.C. Andersen a “La bella Addormentata” e “Il Gatto con gli stivali” di C. Perrault. Da “Il fagiolo magico” di R.Walker a “Biancaneve e i sette nani” e “Hansel e Gretel” dei fratelli Grimm, “La gallina dalle uova d’oro”… “L’asino, la volpe e il leone” di Esopo, “La cicala e la formica” di J. de La Fontaine, “La volpe e il corvo” di Fedro, ognuno di noi ha una fiaba preferita, legata a una canzone, a dei colori, a un suono o semplicemente alla voce di chi l’ha raccontata numerose volte per cullare e per far sognare. Il nostro viaggio inizia da qui, dai nostri libri preferiti che ci portiamo dentro e che ogni tanto riapriamo e rileggiamo, magari in chiave diversa;

Le foto sono di Stickycake inspirations.

Dalle pagine illustrate di un libro ad una crociera attraverso luoghi in cui i giocattoli si animano, in cui tutto è una sorpresa continua. Nel percorso “small world” di Disney’s World, una graziosa barca azzurra per qualche minuto ci ha guidato alla scoperta di un piccolo mondo magico, un ritorno all’infanzia, un mondo che conoscevamo già, ma mai osservato così da vicino,

trastullati dall’acqua che magicamente rifletteva fate, gnomi e folletti, intrattenuti da musiche a tema diverse per ogni paese che attraversavamo navigando,

siamo rimaste catturate dai Soldatini di Piombo. Luccicanti, immobili, fieri, pronti a raccontare la loro storia.

Ci ritornano in mente alcune parti della favola, in particolare la descrizione della scoperta: 

“Mamma, guarda come sono belli! – Esclamò il bambino saltellando dalla gioia. Il coperchio della scatola di legno, aperto con impazienza, fece ammirare una ventina di soldatini di piombo allineati come in una parata. Le uniformi rosso fiammante davano ai piccoli militari un fiero portamento: giacche scarlatte, pantaloni blu scuro, copricapi neri con piume rosse e bianche. Ognuno portava con fierezza il suo fucile. Il bambino li prese uno ad uno e li mise sul tavolo, guardandoli meravigliato. L’ultimo gli sembrò molto curioso: rimaneva perfetta-mente diritto, magnifico come il resto della truppa… ma aveva una gamba sola! Malgrado questo difetto, o forse proprio per questo, aveva uno sguardo più fiero, più audace degli altri…”

Estratto da “Il soldatino di piombo” di Andersen.

I colori e le forme semplici ci ipnotizzano e rimangono nitide nella mente; è una piccola crociera sensoriale, da cui trarre continuamente ispirazione.

Dai parchi di Orlando a Roma, il nostro viaggio ci porta in un negozio per bambini molto particolare “Il giardino della Talpa”. Si trova vicino al mercato storico di Testaccio. L’atmosfera è bellissima, sembra di entrare nella stanza dei giochi dei tuoi sogni: marionette, bambole di stoffa, libri, accessori per la scuola, giochi in legno e anche qualche oggetto sfizioso per i più grandi. Sono pezzi che provengono da tutto il mondo e Francesca, la signora che lo gestisce, ne cura personalmente la ricerca. Curiosando si perde la cognizione del tempo. Il negozio è arredato con mobili recuperati e restaurati, una sedia, un seggiolone, una credenza e un banco di scuola. Questo rende l’atmosfera calda e informale, è un invito a curiosare nel massimo relax.

Facciamo due chiacchiere con Francesca che ci spiega com’è nata l’idea del negozio: “L’idea che mi ha spinto in questo progetto è stata quella di coniugare un’iniziativa commerciale con la diffusione e la conoscenza delle culture di Paesi diversi, attraverso l’oggetto dello sviluppo creativo ed educativo del bambino: IL GIOCATTOLO. Personaggi e oggetti che hanno pervaso la nostra infanzia, continuano ad accompagnare i nostri bambini nella loro crescita, dimostrando un’attualità affatto scontata. Una per tutti: PIPPI CALZELUNGHE, con i suoi amici Zietto e Signor Nilson e i suoi compagni Tommy e Annika….oppure la casa delle bambole SMALAND con le sue stanzine, il cucinino con il tavolino e le sedioline, il caminetto…o ancora le bambole della berenguer… i puzzle di barbapapà…i pupazzi della sigikid…e tante, tante altre sorprese”.

Una piccola curiosità sul nome: “Il Giardino della Talpa” è semplicemente un omaggio ad una piccola talpa che ci ha fatto compagnia nel nostro giardino di casa”.

Il nostro giro volge al termine e poco prima di uscire dal negozio, il nostro sguardo si sofferma su una ghirlanda fatta a mano: foglie di platano, funghetti di carta crespa e una coccinella portafortuna: il bosco, ambientazione principale di centinaia di favole. Una tra tutte? Cappuccetto Rosso. Magari siete stanchi della solita versione, allora gustatevi la reinterpretazione in chiave “street fighter”: Red Fury di Letter-Q.

Red Fury -Letter-Q

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: